Cooperlavoro - Fondo pensione Complementare. Elenco delle scorciatoie da tastiera: Vai ai contenuti di questa pagina Vai al menu di questa sezione Per andare alla form di ricerca premere alt 2. Per tornare in cima alla pagina premere alt 9. Per tornare alla home page premere alt 0. Per andare alla mappa del sito premere alt 4. Per andare alle dichiarazioni di accessibilità premere alt 5. Per andare alla pagina dei contatti del fondo premere alt 6.Per inviare un email al fondo premere alt 3.
Home | Gestione finanziaria

Comparto Sicurezza

Visualizza l'andamento del valore di Quota del comparto Sicurezza

Attenzione! I valori quota esposti e il relativo grafico riferiscono dei risultati della gestione finanziaria del comparto e non tengono conto dell'eventuale garanzia di rendimento minimo da riconoscere all'iscritto che ne abbia diritto.

Finalità della gestione: la gestione è volta a realizzare con elevata probabilità rendimenti che siano almeno pari a quelli del TFR, in un orizzonte temporale pluriennale. La presenza di una garanzia di risultato consente di soddisfare le esigenze di un soggetto con una bassa propensione al rischio o ormai prossimo alla pensione.

N.B.: Questo comparto raccoglie i flussi di TFR conferiti tacitamente.

Garanzia: restituzione del capitale nominale alla scadenza della convenzione (i.e. 04/01/2021); il gestore si impegna a mettere a disposizione del Fondo un importo almeno pari alla somma dei valori e delle disponibilità conferiti in gestione, relativi a tutte le posizioni individuali in essere nel comparto medesimo, al netto di eventuali anticipazioni e riscatti parziali. La medesima garanzia è fornita nel corso della durata della convenzione qualora si realizzi in capo agli iscritti al comparto Sicurezza uno dei seguenti eventi:

·         riscatto di cui all’articolo 14, comma 5 del D.Lgs n. 252/2005 per perdita dei requisiti di partecipazione;

·         anticipazioni per ulteriori esigenze di cui all’articolo 11, comma 7, lettera c) del D.Lgs 252/2005;

Il gestore si impegna altresì a mettere a disposizione del Fondo un importo almeno pari alla somma dei valori e delle disponibilità conferiti in gestione, al netto di eventuali anticipazioni e riscatti parziali, relativi alle posizioni individuali in essere, rivalutato pro rata temporis di un rendimento minimo pari al tasso di rivalutazione dell’inflazione italiana (ticker Bloomberg ITCPI, Ticker Datastream ITCPWORKF) esclusivamente qualora si realizzi in capo agli iscritti al comparto Sicurezza uno dei seguenti eventi:

·         esercizio del diritto alla prestazione pensionistica di cui all’articolo 11, co. 2 del d.lgs. 252/05;

·         riscatto per decesso di cui all’articolo 14, co. 3 del d.lgs. 252/05;

·         riscatto per invalidità permanente che comporti la riduzione della capacità di lavoro a meno di un terzo di cui all’articolo 14, co. 2, lettera c) del D.Lgs n. 252/2005;

·         riscatto per cessazione dell’attività lavorativa che comporti l’inoccupazione per un periodo di tempo superiore a 48 mesi di cui all’articolo 14, co. 2, lettera c) del D.Lgs n. 252/2005;

·         anticipazioni per spese sanitarie di cui all’articolo 11, co. 7 del D.Lgs 252/05;

·         anticipazioni per acquisto e ristrutturazione della prima casa di cui all’articolo 11, co. 7, lettera b) del D.Lgs 252/2005.

N.B.: Qualora alla scadenza della convenzione in corso venga stipulata una convenzione che, fermo restando il livello minimo di garanzia richiesto dalla normativa vigente, contenga condizioni diverse dalle attuali, COOPERLAVORO comunicherà agli iscritti interessati gli effetti conseguenti.

Orizzonte temporale dell’aderente: breve/medio periodo (fino a 5 anni)

Grado di rischio: Basso

Politica di investimento:

Politica di gestione: orientata verso titoli di debito (obbligazioni) di breve durata, soprattutto di emittenti governativi (85%), e, in misura inferiore, di emittenti societari (10%), con una componente residuale di titoli azionari (5%). 

Strumenti finanziari: titoli di debito, governativi e societari, quotati; sono esclusi titoli di debito emessi da Paesi o Società residenti in Paesi non appartenenti all’OCSE. Titoli azionari quotati su mercati regolamentati, anche attraverso la sottoscrizione di quote di OICR/ETF/SICAV, nel limite massimo del 10% del portafoglio in gestione; previsto il ricorso a strumenti derivati per finalità di copertura.

Categorie di emittenti e settori industriali: obbligazioni di emittenti pubblici e privati con rating investment grade, con una quota, non superiore al 20% del patrimonio del comparto, non inferiore a BB- nella scala Standard&Poor’s e Ba3 nella scala Moody’s. Gli investimenti in obbligazioni di emittenti privati sono ammessi nel limite del 40% del valore del mandato: non sono ammesse le emissioni subordinate, le obbligazioni strutturate o convertibili; non sono ammessi gli strumenti di debito derivanti da operazioni di cartolarizzazione, come i mortgage backed securities e gli asset backed securities.

Aree geografiche di investimento: prevalentemente area Euro.

Rischio cambio: coperto esclusivamente per la componente obbligazionaria del portafoglio. In relazione alla componente azionaria l’esposizione al rischio di cambio è a discrezione del gestore.

Benchmark, composizione:

·         65% JP Morgan Government Bond Italy Index 1-5 anni TR in Euro;

·         20% JP Morgan Government Bond EMU Investment Grade Index 1-5 anni TR in Euro;

·         10% Bofa Merril Lynch Euro Corporate Index 1-5 anni TR in Euro;

·         5% MSCI World net dividend convertito in Euro.

Torna in cima alla pagina